Newsletter

10 CONSIGLI UTILI PER VIVERE BENE AL CALDO E TRASCORRERE UN’ESTATE SERENA

animali-karachi-caldo-06-1000x600

Trentatre, trentacinque, trentotto gradi …: ancora non sappiamo se l’estate farà registrare gli stessi picchi di caldo dell’anno scorso, ma è importante correre ai ripari per tutelare la salute delle persone più esposte.

Anche quest’anno, però, ci aspettiamo, come di norma, temperature oltre i 30° gradi per i mesi di luglio e agosto, con tassi di umidità elevati che, come si sa, rendono più fastidiosa e pesante la sensazione soggettiva di caldo.
I consigli che seguono sono dettati dal buon senso e dall’esperienza di tutti e servono in ogni occasione per evitare rischi e patologie legate al caldo del periodo estivo.

1- Cibi
Pasti piccoli, freschi e leggeri con molta verdura e frutta. Privilegiare i primi piatti leggeri di pasta o riso e di secondo, pesci, carni bianche e formaggi freschi. Evitate carni rosse, salumi, formaggi grassi. D’estate una buona porzione di gelato è un ottimo sostituto di un pasto!

2- Condimenti
Evitate burro, lardo, margarina. Preferite olio di oliva o di semi in moderata quantità.

3- Bevande
La disidratazione è un grave rischio.
Bevete molto durante la giornata: almeno 1 litro e mezzo, 2 litri tra acqua, tè, tisane e bevande idratanti.
Un suggerimento per una bevanda gradevole, semplice da preparare ed economica! Spremete due pompelmi ed un limone, diluite il succo in un litro di acqua minerale, aggiungete un “pizzico” di sale da cucina e un cucchiaino di bicarbonato di sodio, zucchero a piacere. Agitate il tutto e conservate in luogo fresco, ma non in frigo. Sorseggiatelo durante la giornata.
Non bevete vino, birra, superalcolici, caffè e bibite ghiacciate.

4- In casa
Nelle ore calde, da mezzogiorno alle 17.00 chiudete persiane e tapparelle, ma lasciate circolare liberamente l’aria in casa, tenendo le finestre aperte, se non disponete di un condizionatore o di un ventilatore. Di notte rinfrescate il più possibile gli ambienti.

5- All’Aperto
Quando uscite, evitate le ore più calde e riparate sempre il capo dal sole con un cappellino leggero e gli occhi con occhiali scuri. Nei giorni molto caldi e umidi, sostate il più possibile in zone ombrose e ventilate, perché la pelle possa traspirare.

6- Abbigliamento
Vestiti comodi, leggeri e chiari. Evitate magliette di lana sulla pelle.

7- Attività fisica
Se siete abituati a praticare attività fisica all’aperto, preferite le prime ore del mattino e la sera dopo le 19.00.

8- Per i malati
Se siete costretti a letto, evitate le coperte e i pigiami aderenti, meglio magliette leggere e pantaloncini corti e solo un lenzuolo. Rinfrescare quanto più frequentemente possibile il letto, sedendovi in una poltrona.

9- Le reti sociali
Se siete soli e costretti in casa, fatevi contattare ogni giorno da un parente, da un vicino o da un servizio di assistenza sociale.

10- Le terapie abituali
Se siete malati e assumete farmaci, non variate mai da soli la terapia consueta.
Se avete dei dubbi o avvertite dei sintomi che vi preoccupano consultate per telefono il vostro Medico di Famiglia.

A cura di FARMASALUTE

INDICAZIONI E CONSIGLI

Mangiare troppo può debilitare il fisico ed aumentare la percezione del caldo. Quando la temperatura sale è consigliabile mangiare molta frutta e verdura per rifornire l’organismo dei liquidi persi con la sudorazione. Tra l’altro in estate l’organismo ha bisogno di meno calorie rispetto alle stagioni fredde; l’ideale è mangiare 5 volte al giorno: tre pasti principali, comunque leggeri, e 2 spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio. Devono essere evitati i cibi ricchi di proteine e grassi: meglio quindi pasta e verdure.
I liquidi devono essere assunti a prescindere dalla sensazione di sete; tale consiglio è valido soprattutto per i bambini e gli anziani. Bere molto e spesso, acqua, succhi di frutta, frullati, ma anche sorbetti e gelati alla frutta. Quelli alle creme non sono adatti perché, dopo un iniziale apparente sollievo, provocano un aumento della sete. Indicativamente si consiglia di bere 10 bicchieri di acqua al giorno, dose ideale secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità; sono ovviamente da evitare gli alcolici.

TEMPERATURA + UMIDITÀ = INDICE DI CALORE

image111

Le Conseguenze
27-31°C 32-39°C 40-54°C oltre 54°C
 Possibile  affaticamento,  crampi da calore  Forte  affaticamento,  difficoltà nella  respirazione  Possibile colpo di  calore,  insolazione  Colpo di calore  altamente  probabile

**


Lascia il tuo commento

Devi essere loggato per inviare un commento Login

Hai trovato l'articolo interessante, cosa ne pensi, lasciaci un commento?

Lascia un Commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi