Ultim'ora News

ADOLESCENTI: CHI SI PREOCCUPA TROPPO DI DIMAGRIRE INGRASSA

Adolescenti: chi si preoccupa troppo di dimagrire ingrassa

Secondo uno studio sul Journal of Adolescent Health due terzi delle tredicenni hanno paura di ingrassare e più della metà evitano certi cibi per non aumentare di peso. Dalla ricerca, la prima del genere condotta nel Regno Unito e svolta su settemila giovani, emerge che un numero allarmante di essi prende coscienza del proprio corpo nei primi anni dell’adolescenza. «Dopo i 13 anni una ragazza su tre e un ragazzo su cinque sono arrabbiati o angosciati dal loro peso e dalle loro forme» dice Nadia Micali, ricercatrice all’Institute of Child Health, Behavioral and Brain Sciences Unit dell’University College London. E c’è di più: oltre metà delle ragazze evitano cibi grassi e un quarto salta i pasti o li butta via. Inoltre, il 27% delle femmine e il 23% dei maschi tentano di perdere peso. Ma ciò che allarma è altro: dai dati raccolti emerge che chi si concentra sul mangiare meno anziché sul mangiare meglio ha maggiori probabilità di ingrassare in seguito. «Chi adotta a 13 anni strategie di contenimento ponderale poco ortodosse ha, rispettivamente, il 40 e il 90% di probabilità in più di essere sovrappeso oppure obeso all’età di 15 anni» riprende Micali, sottolineando che il legame tra certi comportamenti alimentari nella prima adolescenza e l’aumento di peso due anni dopo ha importanti implicazioni di salute pubblica e prevenzione dell’obesità. «Si stima che fra due e quattrocentomila adolescenti nel Regno Unito abbiano disturbi alimentari, e il trial sul Journal of Adolescent Health è il primo a studiare i disturbi alimentari nella popolazione giovanile del Regno Unito grazie ai dati del’Alspac, l’Avon Longitudinal Study of Parents and Children, che ha seguito lo sviluppo di 14.000 bambini nati nei primi anni novanta» aggiunge la ricercatrice. Dai risultati emergono anche marcate differenze tra i sessi, con le ragazze che hanno più del doppio di probabilità dei ragazzi di essere preoccupate di ingrassare. Conclude Micali: «L’adolescenza precoce è un’epoca di grandi cambiamenti. E le implicazioni sociali e psicologiche dei disturbi alimentari non vanno dimenticate, cercando di capire i percorsi che potrebbero portare all’obesità infantile così da includerli nelle strategie di prevenzione» (J Adolesc Health – 13 Dicembre 2013).
(Fonte: Doctor33)

**


Lascia il tuo commento

Devi essere loggato per inviare un commento Login

Hai trovato l'articolo interessante, cosa ne pensi, lasciaci un commento?

Lascia un Commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi