Esercizi

POWER FITNESS IN CASA: ESEMPI DI PROGRAMMI DI ALLENAMENTO CON GLI ELASTICI

esercizielastici

Testo e disegni di Stelvio Beraldo

Nota:
– Per organizzare una scheda completa di allenamento (metodo ed esercizi) scegliere prima la metodologia più adatta alle proprie esigenze (Tono, Forza e Ipertrofia – Vedi: PARAMETRI GENERALI DI LAVORO PER L’ALLENAMENTO MUSCOLARE).
– Se l’obiettivo è semplicemente il miglioramento del tono muscolare (“rassodamento”) si può scegliere la modalità esecutiva a “CIRCUITO“. Questo permette un notevole risparmio di tempo senza che l’allenamento perda efficacia.

Caratteristiche degli elastici come mezzo di allenamento

– Sono facilmente reperibili e di bassissimo costo, inoltre permettono di eseguire esercizi per tutti i muscoli del corpo.
– Hanno un ingombro e peso quasi nulli e possono essere trasportati facilmente in una piccola borsa.
– L’applicazione pratica degli elastici è facilmente intuibile per quegli esercizi ove l’elastico può sostituire idealmente la fune di una macchina (esercizi con le ercoline, pulley e lat machine, ecc.). In genere è sufficiente bloccare un’estremità dell’elastico su un punto fisso opposto alla direzione del movimento.
– Il carico può essere graduato utilizzando elastici a resistenza diversa oppure aggiungendo in parallelo più elastici a quello di base.
– Creano una tensione progressiva che da una fase iniziale minima aumenta man mano che gli elastici si estendono (Figura).
Questo aspetto non rende gli elastici il mezzo idoneo a stimolare lo sviluppo della forza rapida dove la massima tensione muscolare si esprime proprio all’inizio del movimento (es.: lanci, balzi, ecc.).
– Possono svolgere anche un ruolo interessante nella prevenzione delle sindromi dolorose croniche legate alle ripetizioni delle azioni tecniche specifiche che tendono a creare squilibri muscolari (es.: azione ripetuta di abduzione ed extrarotazione dell’omero al disopra dei 90° nella pallavolo, pallanuoto, tennis, baseball, lancio del giavellotto, ecc.).
– I parametri di lavoro sono gli stessi esposti per i vari tipi di forza.

SCHEDE ESERCIZI PER TUTTI I MAGGIORI GRUPPI MUSCOLARI DEL CORPO

SCHEDA PER 2 ALLENAMENTI SETTIMANALI (1° Esempio)

PRIMA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Flessioni delle braccia da avanti al petto da stazione eretta

2° Esercizio – Torsioni del torace sul bacino da seduto su panca

3° Esercizio – Distensioni delle braccia in alto da stazione eretta

4° Esercizio – Estensioni della gamba da seduto su panca

5° Esercizio – Slanci della gamba indietro da stazione eretta e busto inclinato

SECONDA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Flessioni delle braccia da stazione eretta

2° Esercizio – Inclinazioni laterali del busto da stazione eretta

3° Esercizio – Distensioni delle braccia avanti da stazione eretta

4° Esercizio – Estensioni del piede da stazione eretta e busto inclinato

5° Esercizio – Slanci della gamba infuori da stazione eretta

SCHEDA PER 2 ALLENAMENTI SETTIMANALI (2° Esempio)

PRIMA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Slanci della gamba avanti da stazione eretta

2° Esercizio – Slanci delle braccia da avanti in fuori da stazione eretta

3° Esercizio – Distensioni delle braccia avanti da stazione eretta

4° Esercizio – Estensioni del piede da stazione eretta

5° Esercizio – Flessioni del bacino sul torace sul bacino

SECONDA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Flessioni della gamba da stazione eretta e busto inclinato

2° Esercizio – Flessioni delle braccia da stazione eretta

3° Esercizio – Torsioni del torace sul bacino da seduto su panca

4° Esercizio – Slanci delle braccia da in fuori a avanti da stazione eretta

5° Esercizio – Inclinazioni laterali del busto da stazione eretta

SCHEDA PER 3 ALLENAMENTI SETTIMANALI (1° Esempio)

PRIMA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Flessioni delle braccia da avanti al petto da stazione eretta

2° Esercizio – Distensioni delle braccia in alto da stazione eretta

3° Esercizio – Estensioni della gamba da seduto su panca

4° Esercizio – Flessioni della gamba da stazione eretta e busto inclinato

5° Esercizio – Flessioni del bacino sul torace sul bacino

SECONDA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Estensioni del piede da stazione eretta

2° Esercizio – Slanci delle braccia da avanti in fuori da stazione eretta

3° Esercizio – Slanci della gamba infuori da stazione eretta

4° Esercizio – Slanci delle braccia da in fuori a avanti da stazione eretta

5° Esercizio – Estensioni del busto da seduto al suolo

TERZA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Estensioni della gamba da seduto su panca

2° Esercizio – Distensioni delle braccia avanti da stazione eretta

3° Esercizio – Flessioni delle braccia da stazione eretta

4° Esercizio – Slanci della gamba indietro da stazione eretta e busto inclinato

5° Esercizio – Slanci della gamba infuori da stazione eretta

SCHEDA PER 3 ALLENAMENTI SETTIMANALI (2° Esempio)

PRIMA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Distensioni delle braccia avanti da stazione eretta

2° Esercizio – Estensioni della gamba da seduto su panca

3° Esercizio – Flessioni degli avambracci da stazione eretta

4° Esercizio – Flessioni della gamba da stazione eretta e busto inclinato

5° Esercizio – Slanci delle braccia in fuori da seduto su panca

SECONDA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Estensioni del piede da stazione eretta

2° Esercizio – Flessioni del torace sul bacino da supino

3° Esercizio – Distensioni delle braccia in alto da stazione eretta

4° Esercizio – Inclinazioni laterali del busto da stazione eretta

5° Esercizio – Slanci della gamba indietro da stazione eretta e busto inclinato

TERZA SEDUTA DI ALLENAMENTO

1° Esercizio – Flessioni della gamba da stazione eretta e busto inclinato

2° Esercizio – Flessioni delle braccia da avanti al petto da stazione eretta

3° Esercizio – Torsioni del torace sul bacino da seduto su panca

4° Esercizio – Estensioni degli avambracci da stazione eretta

5° Esercizio – Estensioni della gamba da seduto su panca


SCHEDA PER LE COSCE, GLUTEI E ADDOMINALI

(Lo schema è consigliato per 2-3 volte a settimana)

1° Esercizio – Slanci della coscia indietro a gamba flessa da stazione eretta e busto inclinato

2° Esercizio – Slanci della gamba indentro da stazione eretta

3° Esercizio – Slanci della gamba infuori da stazione eretta

4° Esercizio – Flessioni del torace sul bacino da supino

5° Esercizio – Slanci della gamba indietro da stazione eretta e busto inclinato

6° Esercizio – Estensioni della gamba da seduto su panca


SCHEDA PER LE BRACCIA, SPALLE, PETTO E DORSO

(Lo schema è consigliato per 2-3 volte a settimana)

1° Esercizio – Flessioni delle braccia da avanti al petto da stazione eretta

2° Esercizio – Distensioni delle braccia avanti da stazione eretta

3° Esercizio – Slanci delle braccia in fuori da seduto su panca

4° Esercizio – Flessioni degli avambracci da stazione eretta

5° Esercizio – Slanci del braccio avanti e in alto da stazione eretta

6° Esercizio – Estensioni degli avambracci da stazione eretta


COME MIGLIORARE IL TONO MUSCOLARE CON ESERCIZI IN CIRCUITO
(Miglioramento Estetico e “Rassodamento”)

  • Caratteristiche generali – Gli esercizi vengono eseguiti uno dopo l’altro per una sola serie in ogni stazione fino a terminare un giro. Poi si riprende fino a completare il numero di giri previsto.
  • Intensità del carico rispetto al massimale – Tale da permettere l’esecuzione di 25-30 ripetizioni quasi a “esaurimento” (*)
  • Numero di giri – 4-5
  • Numero di ripetizioni a stazione – Fino a quasi “esaurimento” (*)
  • Ritmo di esecuzione – Fluente e controllato
  • Tempo di recupero tra i giri – Nullo se i gruppi muscolari che si alternano nelle stazioni sono sempre diversi. Comunque tale da recuperare l’eventuale eccessivo affaticamento muscolare e organico.
  • Tempo di recupero tra i giri – Completo (mediamente 3-5 minuti)
  • Numero di allenamenti settimanali – Mediamente 3 (almeno 2)

(*) Per “esaurimento” si intende l’ultima ripetizione possibile nella singola serie eseguita però correttamente. Il recupero completo tra le serie, unito alle ripetizioni non portate a totale esaurimento, limita la formazione di acido lattico e tossine e favorisce il continuo metabolismo muscolare, quindi la prevenzione all’instaurarsi di inestetismi come la cellulite.


Stelvio Beraldo
Maestro di Sport

**


Lascia il tuo commento

Devi essere loggato per inviare un commento Login

Hai trovato l'articolo interessante, cosa ne pensi, lasciaci un commento?

Lascia un Commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi