Focus On

FITWALKING: PER DIMAGRIRE E TONIFICARE

fitwalkinglogo

CHE COSA È?
Il fitwalking è “l’arte del camminare” che come è possibile immaginare va ben oltre la semplice camminata, nel senso che per trarre i migliori benefici da una passeggiata, dal trekking o semplicemente da un tour turistico a piedi è importante saper camminare e quindi muoversi correttamente praticando la tecnica del fitwalking. Esistono tre diversi modi di intendere il fitwalking e di conseguenza tre categorie, ognuna delle quali rispecchia e soddisfa le esigenze dei diversi camminatori.
La categoria Life Style è indicata per chi considera il fitwalking un semplice momento di svago all’aperto e non ha particolari obiettivi dal punto di vista della prestazione. La categoria Performer Style è indicata per chi desidera unire gli aspetti del fitness al piacere della camminata, anche se non a livello agonistico, migliorando così le proprie capacità fisiche e ottenendo benefici estetici. L’ultima categoria, quella Sport Style, coinvolge invece gli sportivi che si allenano quotidianamente per migliorare le proprie performance, affrontare sfide personali e partecipare regolarmente a gare ed eventi.

QUAL È LA TECNICA DEL FITWALKING?
Per muoversi in maniera armoniosa ed evitare dunque di camminare come un soldatino di piombo è necessario individuare la giusta postura ( schiena dritta e spalle rilassate) e prendere poco per volta confidenza con questo tipo di passo che, ricordiamo, devo essere veloce, equilibrato e ben bilanciato rispetto all’altezza e alla lunghezza degli arti. Solo dopo aver acquisito un passo naturale ed efficiente, sarà possibile affinare il movimento per ottimizzare la tecnica e i benefici.
Ecco come muoversi per apprendere e migliorare la tecnica del fitwalking.
1) Fino al completo appoggio, il contatto del piede con il suolo deve essere ben accentuato e leggermente esterno.
2) Il movimento delle gambe deve essere energico e alternarsi tra fase di sostegno e di spinta (necessaria per favorire l’avanzamento).
3) Per muoversi con la giusta velocità e fluidità il movimento del bacino deve essere ampio e armonico. Il tronco invece deve essere in asse con le gambe e dunque né proiettato in avanti né indietro.
4) Le braccia devono essere piegate ad angolo retto e avanzare con vigore avanti e indietro fino a disegnare un ampio arco. Il gomito deve indietreggiare fino al livello della spalla, mentre le mani, leggermente socchiuse, devono raggiungere un ipotetico punto centrale tra l’ombelico e lo sterno.
5) Le spalle devono cadere morbidamente verso il basso e non essere protratte troppo in avanti o indietro.
6) Infine il collo e la testa devono essere ben dritti e allungati verso l’alto in maniera del tutto naturale.

A CHI È RIVOLTO?
Il fitwalking è un’attività alla portata di tutti i soggetti sani ma anche di quelli in sovrappeso o affetti da alcune patologie particolari. Più nello specifico è rivolto a chi:
– intende combattere la sedentarietà e di conseguenza mantenere il fisico attivo e prevenire alcune malattie cardiovascolari (almeno un’ora al dì);
– desidera rilassarsi e scacciare lo stress con un’attività fisica alla portata di tutti;
– desidera tonificare alcune parti del corpo con meno fatica rispetto ad altri sport;
– vuole iniziare un’attività aerobica dopo lunghi anni di inattività;
– vuole migliorare performance ed efficienza;
– deve recuperare dopo un infortunio muscolare e/o articolare, naturalmente a livello amatoriale;
– ha problemi di diabete, lievi disturbi cardiaci o è reduce da un leggero infarto;
– intende favorire il dimagrimento.

QUALI SONO I BENEFICI?
Il fitwalking, se fatto bene, apporta alcuni benefici, come una maggiore efficienza atletica e un migliore benessere psicofisico poiché aumenta la tonicità muscolare, favorisce in parte il dimagrimento e al contempo migliora l’umore, l’autostima, l’equilibrio personale e il senso di relax in generale. Da un punto di vista invece prettamente salutare previene i disturbi cardiovascolari dovuti alla sedentarietà ed è utile come terapia in caso di diabete, piccoli problemi cardiaci e lievi infarti.

FITWALKING PER DIMAGRIRE, FUNZIONA?
In un’ora di fitwalking si possono bruciare circa 300 calorie, non tantissime in realtà se si fa un paragone con la corsa o con altre attività un minimo più impegnative. Per i soggetti in sovrappeso, che avrebbero ben più difficoltà nel praticare altri sport, è comunque un buon inizio, ma per ottenere risultati più significativi è bene associare al fitwalking qualche altra attività come magari un buon corso di Zumba.

INFO E CENTRI SPECIALIZZATI
Per avere informazioni circa eventi e manifestazioni di fitwalking e conoscere club o centri specializzati dove è possibile trovare istruttori, attività e altro rimandiamo al sito ufficiale http://www.fitwalking.it/ita/.

Milena Usai – Maggio 2013

**


Lascia il tuo commento

Devi essere loggato per inviare un commento Login

Hai trovato l'articolo interessante, cosa ne pensi, lasciaci un commento?

Lascia un Commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi