Parliamo di Sport

IL “FUTURO” DELLA MEDICINA DELLO SPORT

medicina-dgdgdello-sport

medicina-sport-1

a cura di Roberta Amodio – Marketing Specialist Doctor Manager

La medicina dello sport guarda ad un futuro diverso

Un percorso d’innovazione che, supportato da processi, metodologie, device e software di medicina dello sport dedicati, cambierà l’esperienza dello sportivo, i percorsi riabilitativi, i tempi di recupero, la prevenzione dagli infortuni, etc.

Ma come?
Vediamolo insieme!

1- Prevenzione 

  • Tracker e device indossabili

Tracker e device indossabili mirano a sostenere l’allenamento dell’atleta, monitorando il suo stato di salute e favorendo il raggiungimento di migliori risultati. Attualmente i device più comuni, offrono una gestione costante del dato, un monitoraggio real-time delle prestazioni ed un feedback immediato nei confronti dell’atleta. Molti altri, invece, permettono di acquisire anche una panoramica dei livelli di stress dello sportivo così da evitar l’insorgenza di possibili lesioni indotte da una situazione di estremo affaticamento.
Ma la tecnologia non si ferma qui! Basti pensare, che in futuro si prospetta anche l’utilizzo di abbagliamento sportivo, idoneo a raccogliere e mostrare in tempo reale i dati fisiologici vitali dell’atleta, così da ottenere un quadro accurato del suo stato di salute ed esser più tempestivi nelle pratiche assistenziali.

  • Genomica preventiva

E se fosse il loro stesso patrimonio genetico ad indirizzare gli atleti ad un miglior allenamento o ad un regime alimentare più idoneo?
Ora è possibile!
Molte società, infatti, lavorano attualmente con diversi atleti, con l’obiettivo di comprendere ed utilizzare le informazioni genetiche del loro DNA per migliorarne le prestazioni sportive, nonché, le condizioni di salute. Gli esami, consentono di individuare possibili fattori di rischio dell’atleta e/o specifiche esigenze nutrizionali, così da adattarne il piano d’allenamento ed il regime alimentare. Si definisce, quindi, un percorso esclusivo e personalizzato attraverso cui dar valore alle singolarità dell’atleta e all’ottimizzazione delle sue prestazioni.

2- Riabilitazione

  • Tapis roulant antigravità

La moderna tecnologia del tapis roulant antigravità abbatte i tempi di recupero e di riabilitazione dell’atleta, strutturando un percorso riabilitativo che permette al paziente di non sostenere il suo peso corporeo (data la diminuzione della forza di gravità) e ridurre l’impatto dell’area interessata.
Il tapis roulant antigravità permette agli atleti di migliorare il condizionamento aerobico senza aumentare il rischio di lesioni da stress, migliorare la performance cardiovascolare e guadagnare forza supplementare.
Una tecnologia moderna che attualmente viene utilizzata per la riabilitazione, per il condizionamento aerobico, il rafforzamento e il mantenimento della condizione fisica degli anziani.

  • Realtà virtuale (VR)

La realtà virtuale (Virtual Reality o VR), è una moderna tecnologia informatica in grado di creare ambienti interattivi che coinvolgono il paziente in attività tali da simulare quelle del mondo reale.
Associabile ad uno strumento di “gioco” la VR, grazie a feedback visivi ed uditivi immediati, permette di migliorare il controllo del movimento del paziente con un ritorno preciso della correttezza o meno dell’esercizio.
In campo riabilitativo, la realtà virtuale può essere utilizzata per il miglioramento delle performance motorie permettendo di lavorare sulla velocità e l’accuratezza dei movimenti, sull’inibizione dei movimenti involontari e/o sul miglioramento della postura e dell’equilibrio.
Con la realtà virtuale, per il paziente sarà possibile:

  • stimolare la propria multi sensorialità
  • adattare dinamicamente le difficoltà del percorso riabilitativo alle abilità acquisite
  • monitorare in maniera sistematica gli indicatori di performance.

La medicina dello sport, pertanto, sarà travolta dal cambiamento tecnologico e la sfida, anzi meglio la responsabilità di professionisti e strutture, sarà proprio quella di assecondare il cambiamento, ottimizzare la gestione dei processi, implementando nuove pratiche e preservando la relazione medico-paziente.

medicina_sporto

Autore: Amodio Roberta, Marketing Specialist Doctor Manager


Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi