Libreria dello Sport

Allenare Oggi – Le quattro regole d’oro

allenare

Allenare Oggi – Le quattro regole d’oro

ALLENARE OGGI - Riccardo Capanna

Riccardo Capanna

Immaginiamo che gli allenatori siano degli scultori, quindi artisti specialisti nel forgiare. Immaginiamo pure che possano avere a loro disposizione del “materiale” (atleti) con cui realizzare delle opere d’arte (prepararli a gareggiare). Nell’ultima metà del secolo scorso, gli “scultori” hanno fatto riferimento formativo a specialisti (fisiologi, neuroscienziati, psicologi) che, per i limitati mezzi di ricerca a loro disposizione, non avevano determinato con chiarezza la composizione di detto “materiale” (le conoscenze di come l’uomo realizza il movimento volontario non erano completamente appropriate). Su queste basi culturali, “gli scultori” si sono attivati per elaborare gli “strumenti” (esercitazioni) più adatti a “scolpire” quel materiale, alcuni dei quali però, sappiamo ora, possono essere considerati non propriamente idonei. Cosa è cambiato al giorno d’oggi?
Dopo aver acquisito nuovi strumenti di analisi, di studio e di ricerca, gli scienziati hanno reso evidente come gli “scultori” per tutto questo tempo abbiano lavorato un “materiale” con caratteristiche sostanzialmente diverse da quelle che credevano avesse (negli ultimi quindici anni sono state scoperte nuove funzioni del sistema senso-motorio).
Alla luce di tutto ciò, i tecnici come stanno vivendo questo momento?
Alcuni preferiscono rimanere arroccati alle loro sicurezze e usare gli strumenti di allenamento di cui hanno fiducia e da cui hanno tratto soddisfazione. Chi è più desideroso di proiettarsi verso il futuro invece, cerca strade più adeguate a collaudare nuove esperienze. Quest’ultimo processo si realizza però con enormi difficoltà, in quanto le novità fanno paura nel difficile mondo del calcio, che probabilmente intravede le possibilità di un cambiamento, ma non ha ancora il coraggio di affrontarlo.


Lascia il tuo commento

Devi essere loggato per inviare un commento Login

Hai trovato l'articolo interessante, cosa ne pensi, lasciaci un commento?

Lascia un Commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi